venerdì 1 marzo 2019

RISME la rivista letteraria che non devi spolverare





È uscito il numero uno di RISME la rivista letteraria che non devi spolverare e all'interno trovate il mio racconto lungo "La pausa caffè", inizia così:

"Casa mia si stava riempiendo d’insetti. Minuscole bestioline alate sulle pareti del bagno e sui muri, appena ridipintidi giallo, della cucina.Quella sera, rientrai a casa stanco morto. Al lavoro era stato un vero disastro. La mattina mi ero svegliato con una gamba addormentata e il collo bloccato. Quando mi ero infilato sotto la doccia, dal getto non era scesa acqua calda. Poi era terminata la bomboletta della schiuma da barba. Mi ero vestito con ciò che avevo trovato nei paraggi, dando l’impressione di essere uno che si è spalmato di colla e gettato nell’armadio..."




Insieme a me ci sono: un racconto punta di diamante di Debora Omassi - illustrato da Pia Taccone; sei corti (di Morgen Miragoli - Elisabete Ferreira, Francesco Sorana - Giuditta Bertoni, Riccardo Marin - To Lynn, Dario Ronzani - Maria Concetta, Chiara Lovera - Flaminia Vallone, Racconti brevi di Claudio Bandelli - Solmaz Samishiraz) e altri cinque lunghi (di Roberta Tiberia - Amalia Tucci, Francesca Giannone - Mavi D'Andrea, il mio ex compagno di corso Luca Trifilio - Jimmy Rivoltella, Davide Rissone - Martina Grassi, Massimiliano Città - Jamila Campagna)
Tutti i racconti sono illustrati.

Grazie a Cristiano Baricelli per l'illustrazione che accompagna il mio racconto.
Grazie a voi di RISME, per avermi resa parte integrante di una rivista così bella.
È davvero un onore e una gran soddisfazione per me, per quel racconto, esserci. Avercela fatta. Se vi va, leggetemi. Trovate la rivista scaricabile a questo link: CLICK!



lunedì 28 gennaio 2019

La pelle non dimentica


Ho scoperto ieri sera tardi che il mio racconto "Crumb's Knees - ginocchia in briciole" è tra i finalisti - sezione C - per la categoria racconti inviati alla casa editrice Le Mezzelane.

Le Mezzelane Casa Editrice in collaborazione con l’associazione Artemisia di Firenze e l’associazione culturale Euterpe di Jesi  indicono il III concorso “La pelle non dimentica” per sensibilizzare la popolazione verso un problema che affligge i nostri giorni: la violenza sulle donne, lo stupro e il femminicidio.

Onorata di essere tra i 3 finalisti scelti dalla "giuria tecnica"


Ecco a voi l’esito delle giurie tecniche e della giuria popolare.
ATTENZIONE: i nominativi citati dalle giurie tecniche per le sezioni A/B/C/D sono in ordine casuale.
Tutti gli autori citati partecipanti alle sezioni A B C D entreranno a far parte dell’antologia che verrà pubblicata entro il mese di marzo 2018.
Gli autori che hanno partecipato alle sezioni E/G vincono un contratto editoriale.
Tutti gli altri verranno premiati durante la serata di premiazione. Non abbiamo ancora una location, ma verrete avvisati per tempo.
A) Poesie inedite a tema libero
Esito dalla giuria tecnica:
Mario Grasso
Rosa Maria Chiariello
Joan Barcelo
Lucia Nardi
Giuria popolare
Roberto Piscaglia
Francesca Masala
Anastassia C. Angioi
Alessandra Masala
B) Poesie inedite a tema violenza di genere
Esito dalla giuria tecnica
Elisa Malvoni
Eufemia Griffo
Sualen Riccardi
Emanuele Ascone
Giuria popolare
Valeria D’amico
Barbara De Filippis
Annamaria Burioni
Stefania Fiorin
Giovanna Avignoni
Liviana Ceccarelli
C) Racconto a tema libero inedito
Esito giuria Tecnica

Annamaria Marconicchio
Piko Cordis
Lila Ria
Giuria popolare
Sandra Vannicola
D) Racconto a tema violenza di genere inedito
Esito giuria tecnica
Francesca Compagno
Marzia Astorino
Renato Ghezzi
Domenica Lupia
Giuria Popolare
Andrea Ferrazzoli
Maria Concetta Distefano
Dora Masi
E) Silloge poetica inedita
Joan Barcelo
F) Silloge poetica edita
Esito giuria tecnica
Joan Barcelo
Stefania Miola
Davide Rocco Colacrai
G) Romanzo inedito a tema violenza di genere
Giuria Tecnica
Francesca Compagno
Fausto Mancini
H) Romanzo edito a tema violenza di genere
Giuria tecnica
Marzia Astorino
Elena Grilli
Gabriella Grieco
I) Fotografia a tema violenza di genere
Desiree Fabbretti
Maria Schiavoni
Silvia Breschi
L) Corto
Elvio Angeletti
Due premi speciali dalla giuria tecnica della poesia
Premio Speciale della Critica – Matteo Piergigli
Premio Speciale del Presidente di Giuria – Annamaria Burioni
I presidenti di Giuria: Lorenzo Spurio e Rita Angelelli
Annunci Report 


Art. 7 – VALUTAZIONE – Tutti i lavori (tranne le sillogi e i romanzi editi) sono stati inviati in forma anonima  a una giuria designata dagli organizzatori. La giuria ha determinato una classifica basandosi sulla propria sensibilità artistica e umana, in considerazione della qualità dello scritto, dei valori dei contenuti, della forma espositiva, delle emozioni suscitate, delle immagini e delle riprese video. Il giudizio della giuria sarà inappellabile ed insindacabile. I vincitori saranno informati secondo le modalità indicate da ciascun partecipante nel modulo di partecipazione.


La giuria tecnica per i testi di narrativa
Presidente di giuria
Rita Angelelli – Direttore Editoriale di Le Mezzelane Casa Editrice
Giurati
Maria Grazia Beltrami: Nata a Cremona nel 1960, impara a leggere e scrivere a soli tre anni grazie alla mitica trasmissione televisiva Non è mai troppo tardi.
Cristina Picili: Mi chiamo Cristina Picili, ho 47 anni e lavoro nel settore culturale di un ente locale. Leggo da quando avevo 3 anni, qualunque cosa, credo di rappresentare il “lettore medio”.
Carlo Porrini: Classe 1986, vede la luce ad Atri, collabora con Le Mezzelane in veste di editor. 
Chiara De Giorgi: Sono nata a Milano nel 1972, e le mie grandi passioni sono sempre state leggere, scrivere e viaggiare.
Il mio racconto, che sarà pubblicato all'interno dell'antologia nel mese di marzo, può ancora essere letto qui: Crumb's Knees

Grazie a tuti gli amici che mi hanno letta e commentata (50 commenti sono davvero tanti!)



  1. Licia ha detto:
    Bellissimo
  2. Lorena ha detto:
    Brava ho letto tutto d’un fiato
  3. Sara ha detto:
    Brava, brava, brava! Scorrevole e avvincente, sì legge piacevolmente fino alla fine.
  4. paolo polvani ha detto:
    mi è piaciuto, lo sai che sono sempre un tuo lettore
  5. Lela ha detto:
    Bellissimo! Come sempre mi tieni incollata dalla prima all’ultima parola
  6. Letizia ha detto:
    Pezzo stupendo
  7. Marina ha detto:
    È un racconto stupendo scritto con l’anima e il cuore : davvero complimenti ragazza !
  8. Erika ha detto:
    Magia onirica, realtà visionaria, desideri: un bel racconto che pone dubbi sul credere….brava!!
  9. Fabrizio ha detto:
    Molto bello. È la prima volta che leggo un tuo pezzo e mi ha colpito. Un po’ macchinoso all’inizio, ma poi scorre bene fino alla fine. Brava!

  10. Eleonora ha detto:
    Moooolto bello!
  11. naimaluta ha detto:
    Davvero bello, brava!
  12. Andrea ha detto:
    Tensione cresce, ben gestita, conclusione perfetta
  13. Franco ha detto:
    Bello Ilaria! Complimenti
  14. Alessandro Morbidelli ha detto:
    Complimenti, un racconto molto bello.
  15. marianna ha detto:
    Grande Ila gran pezzo!
  16. Silvia3f ha detto:
    Complimenti ….pezzi di vita vera … vaiiiiiii Festennnn Lila
  17. cagnola rossana ha detto:
    Brava Lila
    mi e’ piaciuto talmente che lo rileggero’ ancora !
    complimenti ! tra sogno e realta’.
  18. Kry ha detto:
    Brava Lila! È sempre un piacere leggerti
  19. Gigi Pittalis ha detto:
    Stupendo
  20. Giada ha detto:
    “Il cuore sbatte contro al torace legato da una molla impazzita” è un’immafine incredibile
    Brava Ilaria
  21. annamariamarconicchio ha detto:
    La storia è interessante, intrecciata tra sogno e realtà. Forse vale la pena di svilupparla in qualcosa di più ampio.
  22. Lucia ha detto:
    Bravissima!!ipnotico!!
  23. Eliselle ha detto:
    Brava e promettente!
  24. Barbara ha detto:
    Molto bello! Complimenti Lila!
  25. Paola ha detto:
    Brava Ila! Letto tutto d’un fiato
  26. Lucia ha detto:
    Complimenti Lila. Anch’io l’ho letto tutto di un fiato. Credenze, fede, fiducia, scienza…..È un brano che ti fa riflettere.
  27. Francesca P. ha detto:
    Wow Lila! L’ho letto d’un fiato ansiosa di arrivare alla fine, sentivo l’ansia, l’aria che mancava, come Claudia… Mi sentivo a disagio, sentivo esattamente quella voglia di scappare e di non farsi toccare… Davvero avvincente, parole dosate in maniera perfetta, buonissimo ritmo… Brava brava! Complimenti! La tua amica dei social Francesca, aspirante scrittrice
  28. Tea ha detto:
    Molto interessante…ed ora me lo rileggo!!!!
  29. Luisella ha detto:
    Intenso e scorrevole
  30. Barbara ha detto:
    Mi è piaciuto molto questo racconto! Complimenti
  31. Antonella ha detto:
    Molto bello e scrittura semplice e capibile lascia sempre il dubbio a chi non crede a questi personaggi
  32. Claudia ha detto:
    Bravissima!

  33. Maura ha detto:
    Complimenta un bel racconto!
  34. Franca ha detto:
    Brava Ilaria. Nel tuo racconto c è tanta sofferenza ma anche la speranza e la voglia di superare gli ostacoli.

  35. Luca ha detto:
    Davvero angosciante. Sembra l’incipit di una puntata di X-files
  36. alfonso ha detto:
    Complimenti per quello che sei riuscita a creare col tuo scritto
  37. Gloria M ha detto:
    Che esperienza ! Bel racconto
  38. Manu ha detto:
    Brava, continua a scrivere
  39. Ludovico ha detto:
    Eccomi

  40. miki ha detto:
    brava.. bello il finale…un abbraccio
  41. fernando pamio ha detto:
    I sogni hanno sfumature che la realtà appiattisce. Non sempre sono però inutili
  42. Flavia ha detto:
    Racconto bellissimo! Brava Ila!!!
  43. Augusta ha detto:
    Bellissimo!!!!!!!
  44. Arianna ha detto:
    Azione e pensiero contraddistinti da caratteri differenti rendono il racconto scorrevole e credibile, ma soprattutto avvincente! Il colore bianco che torna continuamente crea suspense..la purezza che diventa brivido!
  45. Marco ha detto:
    Scorrevole e appassionante
  46. Chiara ha detto:
    Bello complimenti
  1. Federica ha detto:
    Racconto scorrevole e mai tedioso, avrei voluto fosse il primo capitolo di un romanzo, da proseguire nella lettura. Brava Ila
  2. Fabio Gusmaroli ha detto:
    Ottimo racconto Ila! Fabio
  3. Ivo Stelluti ha detto:
    Racconto stupendo…ricco di suspense! ti tiene incollato fino alla fine… descrivi come sempre il dolore in maniera magistrale e attenta a non cadere nel banale… A quando la pubblicazione del romanzo?
    Ivo