giovedì 17 febbraio 2011

VIVAMAG! FEBBRAIO 2011

per me, ogni volta, è come fosse la prima volta...g r a z i e
(E)

(No name#1)
alla squadra di VIVA! e a mia sorella Federica, sempre

8 commenti:

Annalisa ha detto...

Brava Lila Ria (E) mia piace molto!!!
Annalisa

Lilaria ha detto...

(E) la metterò come intro, a uno dei cap del mio romanzo

grazie! per essere stata la prima :*

Iannozzi Giuseppe ha detto...

Come intro a uno dei capitoli del tuo romanzo? Mi sembra possa essere una scelta azzeccata.

Lilaria ha detto...

qualcuno mi ha detto che se scrivo un romanzo, devo lasciar perdere le poesie...

che una poetessa non potrà mai essere una scrittrice.

io non sono né poetessa, né scrittrice, sono Ilaria e basta.
e ho scritto delle cose in questi anni. e mi piacerebbe dar loro una forma, a modo mio


(grazie Beppe :))

Iannozzi Giuseppe ha detto...

Non vedo perché lasciar perdere le poesie. Si può scrivere prosa e scrivere poesie quando si è ispirati.

Sono due forme di scrittura diverse. La prosa è una cosa, altra cosa il far poesia. Non si può scrivere in prosa come se si stesse scrivendo poesia.

Dare forma alle cose che hai scritto, bene: attenta soltanto a non usare troppe figure retoriche, ricorda che la prosa deve essere uno scritto lineare.

bacio

beppe

Lilaria ha detto...

i consigli son SEMPRE graditi!
grazie! :*

Francesco ha detto...

Sempre bravissima come una pittrice, vedo il buio e vedo la ragnatela leggera, qui davanti a me e sento anche uno spiffero d'aria fredda (anche se non chiudo gli occhi, perchè le tue righe sono potenti...)

Lilaria ha detto...

Ciao Frà :))

mi fa piacere piaccia.
era una delle poesie "minori"

invece, vedo, che riscuote successo...