mercoledì 30 giugno 2010






La pancia gonfia
)di te(
vibrava sul materasso.
E petali nel cervello
e caldo sul cuore.
E non parlo dell'aria della NOTTE,
quella no. Non c'entra.
Eri te.
Che quando ci sei
mi riempi tutta.
Non inventare favole
-io mica ci casco-
tutto/questo/non/è merito
mio
(o del mio nuovo taglio di capelli?)

C'è un legame morboso tra
n.o.i.

Così sfuggenti.

Ti avrei solo chiesto
di tenermi la mano.
(che l'amore con te...
ieri sera, non potevo farlo)

E volevo solo dormirti addosso
appiccicando
la mia guancia
al tuo corpo.
Avremmo dovuto farlo D.,
i rimpianti non durano per sempre.
E a cosa penso?
Ora?
(vuoi saperlo?)
Penso alla barchetta che mi hai promesso.
E a quei vigneti.









(Dit moi que tu es un peu heureux.
And that night... you could call me
parce que mon cell et mon coeur
was on... 4 you..
.)

2 commenti:

Lilaria ha detto...

#1 02 Luglio 2010 - 06:42

C'è stato da suturare.
Un labbro a brandelli.
E un pensiero fuori controllo.
Che i punti continua a strapparli.
E continuo a sanguinare.
RetlaW

Lilaria ha detto...

#2 30 Luglio 2010 - 19:12

Turbanti e Delicate parole
Ragno000